Amo farlo in cucina.

Molti di noi lo pensano, in pochi hanno il coraggio di ammetterlo.

Amo farlo in cucina.

Sì, è stato il parlare con mia mamma seduta sul tavolo mentre lei cucinava; ora è con le sorelle o gli amici mentre si cucina insieme, meglio se, sorseggiando un buon calice di vino. Perché se “in vino veritas” in cucina non puoi dire cazzate. Quando ti racconti con un coltello in mano non puoi che essere sincero. La tua mente può essere focalizzata solo su una cosa: mentire o mozzarti un dito. Generalmente si preferisce preservare 10 dita ed essere sinceri con se stessi e con chi ci sta ascoltando. Per questo adoro chiacchierare in cucina, lo trovo più spontaneo, piu intimo, più naturale; per me è sempre stato così fin da bambina. Dubitate di chi si affetta una mano mentre vi sta parlando, al 100% vi sta mentendo!

Amo farlo in cucina.

Sì, e ritrovare la pace dopo giornate complicate. Di quelle un po’ marroni da cui ti pare di uscire sconfitto. Di quelle in cui torni a casa e vorresti un abbraccio, una parola ma non trovi nessuno ad aspettarti. Di quelle in cui provi a risolverla con una doccia che prosciugherebbe le riserve idriche dell’Antartide ma in cui esci dal box e ti senti appena, appena pulito. Di quelle in cui poi vai in cucina, stappi una bottiglia, degusti lentamente il vino, sgranocchi due anacardi e poi cominci a: sbucciare, affettare, lacrimare, soffriggere, mescolare, pestare, impanare, cuocere, mantecare, scolare, saltare, condire… Impiattare, assaporare, godere dell’attimo. Una pacca sulla spalla, un bel sorriso e ti dici un: “Brava!”, che da solo vale tutta la giornata… e forse il tuo intero premio produzione.

Amo farlo in cucina.

Sì, perché se hai ospiti non graditi riuscirai e stancarli facendoli accomodare su scomode sedie di design anziché su vellutati confortevoli divani.

Amo farlo in cucina.

Sì, perché se non è la mia il mio impegno si limita a stappare bottiglie, decantare vini ed occuparmi del corretto servizio, posso rilassarmi senza dovermi preoccupare delle attività di “lavastoviglie fai da te”.

Amo farlo in cucina.

Sì, maliziosi anche il sesso. Perché è inaspettato, passionale e decisamente “hot” e non solo per il contributo dei fornelli accesi e della cena a rischio…

Amo farlo in cucina.

E voi?

@dragowine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: